Area pubblica
Area per il medico

Emofilia e viaggio - gli accorgimenti per viaggi sereni e sicuri 

Se opportunamente trattata, l'emofilia non pone alcun limite ai viaggi, salvo quello del buon senso: limite che tutti dovrebbero rispettare nella scelta della destinazione e delle attività da praticare, tenendo conto delle proprie potenzialità e dei rischi oggettivi, a prescindere dal fatto di presentare o meno un difetto della coagulazione congenito o acquisito.

Chi è affetto da emofilia può compensare in modo ottimale il proprio deficit, ristabilendo una capacità coagulativa in gran parte sovrapponibile a quella di una persona sana, che rende liberi di dedicarsi a tutte le attività normalmente praticate dai coetanei, viaggi compresi.

Per assicurarsi trasferte il più possibile serene e sicure, chi è affetto da emofilia deve però rispettare qualche accorgimento in più in tutte le fasi del viaggio:

CAD PP-GIP-ITA-0047

vedi anche
Medicina Narrativa
Consulta le storie di malattie del progetto "Viverla tutta"
vedi anche
Che cos'è l'emofilia?
Scopri diffusione, caratteristiche e trattamento dell’emofilia
Infoemofilia su Facebook
Scopri la nuova pagina dedicata all'emofilia
Le videointerviste
guarda
E4you
Infoemofilia per te; accedi ai contenuti in linea con il tuo profilo
seleziona le icone e clicca il pulsante "scopri""avanti"
seleziona il sesso
donna
uomo
avanti
seleziona la fascia di eta'
infante
(0 - 36 mesi)
bambino
(3 - 11 anni)
adolescente
(12 - 19 anni)
adulto
avanti
indietro
seleziona tipo
emofilia tipo a
emofilia tipo b
avanti
indietro
seleziona intensita'
grave
moderata
lieve
indietro
scopri