Area pubblica
Area per il medico

Emofilia e genitori

Essere genitori non è mai facile. Essere genitori di un bambino con una diagnosi di emofilia, non è diverso, ma richiede qualche cautela in più sul piano pratico e un particolare equilibrio sul fronte psicoemotivo ed educativo, per minimizzare i rischi associati alla malattia e permettere al bambino di acquisirne consapevolezza, senza per questo sentirsi diverso dagli altri o limitato nelle sue possibilità. Una buona conoscenza delle caratteristiche e delle implicazioni della malattia la così come la possibilità di gestire a domicilio la terapia profilattica e gli episodi emorragici costituiscono la chiave per convivere più serenamente con la malattia, affrontando in modo pragmatico i piccoli o grandi problemi che possono insorgere nel quotidiano, a casa e a scuola, nelle diverse fasi della crescita del bambino. E' comunque fondamentale stabilire un rapporto di fiducia con i medici del centro emofilia e confrontarsi con loro per la gestione degli eventi connessi alla malattia.

vedi anche
Medicina Narrativa
Consulta le storie di malattie del progetto "Viverla tutta"
vedi anche
Che cos'è l'emofilia?
Scopri diffusione, caratteristiche e trattamento dell’emofilia
Infoemofilia su Facebook
Scopri la nuova pagina dedicata all'emofilia
Le videointerviste - Emofilia e genitorialità
guarda
E4you
Infoemofilia per te; accedi ai contenuti in linea con il tuo profilo
seleziona le icone e clicca il pulsante "scopri""avanti"
seleziona il sesso
donna
uomo
avanti
seleziona la fascia di eta'
infante
(0 - 36 mesi)
bambino
(3 - 11 anni)
adolescente
(12 - 19 anni)
adulto
avanti
indietro
seleziona tipo
emofilia tipo a
emofilia tipo b
avanti
indietro
seleziona intensita'
grave
moderata
lieve
indietro
scopri